Abbiamo voluto far raccontare il progetto Social Crowdfunders promosso da Siamosolidati della Fondazione CR Firenze, direttamente ai giovani under 35 che vi hanno partecipato. Cosa facevano prima di essere formati da Guanxi come esperti di campagne di crowdfunding e come si vedono in futuro dopo questa esperienza che ha consentito a tutte le associazioni di raggiungere e superare l’obiettivo indicato su Eppela. Quello che hanno vissuto nel corso dell’esperienza, invece, ve lo racconteranno di persona all’evento conclusivo del progetto che si terrà a Firenze martedì 30 maggio alle 17.00 (qui il link per iscriversi). 

OLIVIA GUARDI DALLA COMUNICAZIONE AL CROWDUFUNDING PER MADE IN SIPARIO

Olivia Guardi, Project Manager del progetto Io lavoro! a favore di Made in Sipario, ha studiato e si è sempre occupata di comunicazione digitale e visiva, attraversando varie esperienze tra cui una collaborazione con una nota casa editrice (Giunti Scuola). Quando le è arrivata la proposta del corso SocialCrowdfunders ho cercato “crowdfunding” su Google: non aveva minimamente idea di cosa fosse, ma si è subito incuriosita. Quanto appreso è stato un indispensabile canovaccio che le ha fatto da bussola mentre improvvisava ogni mossa; dati i tempi estremamente stretti e non è stato possibile fare l’accurata programmazione che le avevano raccomandato, ma solo degli schemi e appunti per essere certa di non trascurare le cose più importanti.

L’associazione Made in Sipario sta facendo buon uso del finanziamento ottenuto e per il giorno 10 maggio avrà già presentato in pubblico il progetto per la nuova linea di oggetti realizzati in collaborazione col designer Nilo Gioacchini. Olivia augura a quest’associazione (con la quale sta continuando a collaborare) di realizzare il suo principale obiettivo che è quello dell’autosostenibilità.

Motto: “Buttarsi, vale la pena.”

Olivia Guardi, Project Manager campagna Made in Sipario per progetto Social Crowdfunders
Olivia Guardi, Project Manager campagna Made in Sipario per progetto Social Crowdfunders

 

COSTANZA ZAINO DALL’URBANISTICA AL CROWDFUNDING PER FONDAZIONE MICHELUCCI

Per Costanza Zaino, laureata in Urbanistica, Project Manager del progetto Innesto Creativo a favore della Fondazione Michelucci il corso è stato utile alle associazioni perchè le ha consentito di dare visibilità alle proprie azioni sul territorio promuovendole al meglio adottando le giuste strategie digitali. Il progettista al di là del momento in cui è immerso full-time nella campagna di crowdfunding riesce a ritagliarsi un ruolo definito all’interno dell’associazione curando i canali web e social grazie alla visione a 360° ottenuta frequentando il corso. Al di là del progetto specifico, l’associazione ne beneficia a lungo termine con un ritorno di immagine dato dall’uso sapiente dei contenuti digitali.

Spesso associazioni e aziende si affidano a terzi (consulenti o web agency) per produrre e veicolare i contenuti da pubblicare ma Costanza ritiene che sia fondamentale selezionarli e postarli in prima persona per dare un’immagine chiara e definita dell’associazione.

Motto: “Innesto Creativo ha fatto ripensare al giardino di Michelucci in una dimensione aperta per metterne in luce non solo il valore estetico ma soprattutto quello relazionale.”

Costanza Zaino, Project Manager campagna Fondazione Michelucci per progetto Social Crowdfunders
Costanza Zaino, Project Manager campagna Fondazione Michelucci per progetto Social Crowdfunders

 

FRANCESCO VITALI DALLA POLITICA AL CROWDFUNDING PER LA SCUOLA FASOLO

Per Francesco Vitali, laureato in Comunicazione Politica, Project Manager del progetto Crescere all’aperto a favore della scuola Margherita Fasolo il corso è stato importante per trasformare in opportunità di impatto positivo sul sociale la sua passione per le tecnologie digitali. Ritiene che la conoscenza di canali e strumenti digitali accresca enormemente le potenzialità del terzo settore, spesso in difficoltà perchè affidate a volontari con un approccio poco orientato all’uso efficace del web e dei social network che spesso sottostimano il ruolo stesso dell’associazione.

Il crowdfunding è partecipazione dal basso, con il bene comune come obiettivo, e spesso si rivela più potente ed efficace della politica, consentendo di avere un ruolo centrale per migliorare il mondo in cui viviamo.

Motto: “Strumenti come il crowdfunding sono propri dell’epoca in cui viviamo, dove anche una piccola realtà come una scuola è stata in grado di condividere col mondo la propria idea e attivare una comunità di individui perchè fosse realizzata.”

Francesco Vitali Project Manager crowdfunding scuola Margherita Fasolo
Francesco Vitali Project Manager crowdfunding scuola Margherita Fasolo

 

A Costanza, Francesco e Olivia l’iniziativa Social Crowdfunders ha dato modo di raggiungere una posizione lavorativa inimmaginabile prima e di conoscere e utilizzare infinite applicazioni digitali utili per qualsiasi futuro impiego. Adesso tutti i Project Manager stanno lavorando, a volte insieme, come consulenti strategici per nuove campagne di crowdfunding promosse da soggetti terzi o come responsabili comunicazione presso Onlus. Tutti guardano al futuro con maggior positività ed energia grazie anche a questa esperienza, che ha portato conoscenze nuove, nuovi campi di applicazione per le conoscenze vecchie, e una maggior sicurezza nelle loro capacità.

Per conoscerli di persona (qui le interviste agli altri tre project manager) e vivere con loro le emozioni durante la campagna di crowdfunding, qui il link per iscriversi all’evento conclusivo previsto martedì 30 maggio a Firenze: https://goo.gl/PRSvAS