Sguardi Resilienti è un bando per giovani video-maker nato all’interno di Resilienze Festival, iniziativa progettata a Bologna da Kilowatt. Da quest’anno la rete di Resilienze Festival si è ampliata grazie alla collaborazione con le community di Impact Hub a Firenze Rifredi e Crezi.Plus a Palemo, che condividono con Kilowatt la stessa visione degli spazi urbani rigenerati.

Cos’è Resilienze Festival

#ResilienzeFestival è un progetto di storytelling cross-mediale, che vuole parlare delle grandi trasformazioni planetarie derivanti dal cambiamento climatico, dall’inquinamento e dai conflitti ambientali, usando il linguaggio dell’arte e dell’audiovisivo per raggiungere pubblici
più ampi in modi efficaci e coinvolgenti, che facciano sperimentare, emozionare e capire e che creino comunità e condivisione.
Nel suo primo anno di vita, #ResilienzeFestival (progetto di Kilowatt in collaborazione con Alce Nero e COSPE onlus), ha permesso di portare a Bologna artisti, scrittori, registi e imprenditori impegnati su questi temi, che hanno dialogato con la comunità facendo crescere la rete del Festival.
Per la sua seconda edizione, il progetto punta a mettere in rete le comunità resilienti di altre città italiane, coinvolgendo gli spazi rigenerati e le loro comunità; luoghi – come Impact Hub a Firenze Rifredi e Crezi.Plus a Palermo – strappati all’abbandono e all’incuria, che sono rinati sotto forma di incubatori di impresa, spazi sociali e culturali, atelier per artisti, coworking e sale di cinema itinerante.

Con Impact Hub Firenze c’è una conoscenza, una stima e una collaborazione che nasce molto prima del Festival. Rigenerare luoghi urbani è una scelta di vita prima che un lavoro, e ti porta a condividere valori, esperienze, idee e sogni con chi, come te, porta avanti la stessa volontà di contribuire, in modo positivo, al mondo in cui viviamo!

Resilienze Festival Kilowatt Bologna

Il calendario di Resilienze Festival 2018

Dal 7 al 9 settembre 2018 si terrà la seconda edizione di #ResilienzeFestival: dedicata alle passioni che cambiano il mondo. Per raccontarle useremo quattro strade: percezioni, sguardi, narrazioni e sperimentazioni.
. Attraverso le “percezioni” vi faremo esplorare opere e pensieri di artisti e performer contemporanei, come Francesca Pasquali che ci porterà 3 grandi installazioni scultoree interattive.
– Con “sguardi” vi faremo scoprire, sul grande schermo del cinema, cosa si muove sottotraccia ma non possiamo non vedere. Vi presenteremo 10 opere audiovisive selezionate con il bando Sguardi Resilienti finanziato da SIAE, per registi e videoartisti under 35.
– Con “narrazioni” invece celebreremo il potere della parola, delle riflessioni che portano idee e strutturano comunità in ascolto, immaginazioni e visioni, immersioni d’ascolto creativo ed empatico. Tra le iniziative avremo la presentazione del libro “Iperoggetti” di Timothy Morton, la presentazione del fumetto Non è mica la fine del mondo di Tuono Pettinato e Francesca Riccioni.
– Con “sperimentazioni”, infine, ci metteremo in gioco, i grandi e più piccoli, sperimentando cosa ognuno di noi può fare per generare un cambiamento positivo, per aumentare la resilienza del nostro pianeta e delle comunità, alla scoperta dell’energia rinnovabile, dell’agricoltura biologica, dell’apicoltura urbana e della qualità dell’aria.

A chi è indirizzato il bando Sguardi Resilienti

Con il bando Sguardi Resilienti cerchiamo 10 registi under 35 che hanno lavorato sui temi della resilienza rispetto a cambiamenti climatici, conflitti ambientali, terra e cibo; che hanno raccontato le trasformazioni ambientali planetarie, nuove pratiche di risparmio energetico, buone prassi ambientali e agricole, land e water grabbing.

La call verrà chiusa il 20 luglio 2018 e le 10 opere selezionate saranno inserite in un programma di proiezioni a Bologna durante il Festival, a Firenze, a Napoli e a Palermo

I premi in palio sono:
– PREMIO RESILIENZE 2018 € 1.000
– PREMIO NUOVI LINGUAGGI € 1.000
– RESIDENZA ARTISTICA presso un’azienda vinicola del Circuito Gusto Nudo – Vignaioli Eretici

Hai tempo sino al 20 ottobre per candidare la tua opera a Sguardi Resilienti. In questo post, troverai ulteriori dettagli tra cui le scadenze, i requisiti e le modalità di partecipazione. IN BOCCA AL LUPO!