Impact Hub Firenze è tra gli spazi di coworking accreditati dalla Regione Toscana per ospitare giovani coworker (under 40) fruendo del finanziamento di Voucher. Il Bando sta per uscire ma vogliamo anticipare i vantaggi di fruirne presso lo spazio di coworking Impact Hub Firenze: quest’anno potranno essere finanziate non solo le postazioni all’interno dei coworking toscani ma anche spese di viaggio, vitto e alloggio per svolgere parte dell’attività in coworking fuori dalla Toscana (e Impact Hub è presente in tutto il mondo) e l’assicurazione per fruire delle strumentazioni presenti in Maker space (tra cui il FabLab Firenze, ospitato nel nostro spazio).

Coworking accreditati dalla Regione Toscana

Impact Hub Firenze è tra gli spazi di coworking accreditati dalla Regione Toscana per ospitare giovani coworker che potranno fruire dei finanziamenti dei Voucher (bando in uscita entro fine maggio). Dalla pagina del sito GiovaniSì, progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani, si legge che “il coworking è una modalità innovativa di organizzare il lavoro basata sulla condivisione degli spazi, sul crearsi di relazioni e sullo scambio reciproco di conoscenze e competenze che consente di facilitare l’avvio della libera professione in particolare per i giovani.

La Regione Toscana, nell’ambito di Giovanisì, rafforza e incentiva la diffusione di questa forma di organizzazione attraverso due linee di intervento, con le quali costituisce un elenco qualificato di spazi di coworking in Toscana e assegna voucher individuali a supporto della creazione di percorsi imprenditoriali attraverso l’accesso agli spazi di coworking presenti nell’elenco” tra cui Impact Hub Firenze.

Voucher per giovani Coworker toscani

In attesa dell’uscita del bando (a giorni), ecco quali sono gli elementi essenziali dell’avviso pubblico per l’assegnazione di voucher a supporto della creazione di percorsi imprenditoriali attraverso l’accesso agli spazi di coworking toscani qualificati. I soggetti ammessi alla presentazione delle richieste di voucher devono possedere i seguenti requisiti:

  • essere persone fisiche di età compresa tra i 18 e i 40 anni (senza limiti di età per persone con disabilità)
  • avere partita IVA (da non oltre 36 mesi dalla data di presentazione della domanda) e residenza e/o domicilio in Toscana
  • anche i soggetti già assegnatari di voucher con precedente avviso possono ripresentare domanda con un nuovo progetto imprenditoriale nel quale si dimostri una crescita professionale e una evoluzione del progetto già finanziato.

Su questo documento scaricabile dal sito GiovaniSì si può trovare una tabella con i punteggi assegnati ad ognuno dei due criteri del progetto dei coworker toscani: qualità e coerenza progettuale e innovazione/risultati attesi/ricaduta dell’intervento sul territorio.

I voucher, fino a un massimo di 4.000€ per coworker, possono finanziare:

  • i costi di affitto della postazione lavorativa all’interno del co-working toscano;
  • le spese di viaggio, vitto e alloggio se previste dal progetto per lo svolgimento di una parte di attività in uno spazio di coworking al di fuori del territorio regionale;
  • le spese assicurative per l’eventuale utilizzo di attrezzature messe a disposizione del “maker space”.

Un’opportunità da non perdere per passare dalla postazione flessibile alla postazione fissa e per andare in giro per il mondo a scoprire realtà innovative presenti in uno degli oltre 100 spazi di coworking aperti da Impact Hub nei cinque continenti del mondo. La nostra hubber Giulia Garolla di Bard, per esempio, userà i voucher coworking Toscana per trascorrere un periodo utile per far crescere il suo progetto Zax4Kids in Impact Hub Stoccolma e in Impact Hub Amsterdam. E a breve vi spieghiamo quali attività eccellenti sono presenti in alcuni dei principali Impact Hub europei. Preparate il vostro progetto per essere pronti a inoltrare la domanda!