Le Acrobate Home Edition: storie di donne e lavoro ai tempi della quarantena. Ogni martedì alle ore 21:00, dal 21 aprile al 19 maggio, live sulla pagina Facebook di Impact Hub Firenze, insieme a Lisa Innocenti e le Acrobate.

 

In questo tempo così eccezionale di isolamento, di reclusione e di incertezza ci troviamo a fare i conti con acrobazie che non avevamo previsto.

Quelle di chi si è trovat* da un giorno all’altro senza lavoro, tutti i progetti sospesi e rinviati a data da destinarsi. Quelle di chi non ha mai smesso di uscire di casa, magari con la paura di ritornarci in compagnia del virus. Quelle di chi lavora da casa e contemporaneamente gestisce vite familiari, in variegate configurazioni. Ma anche quelle di chi prova fin da ora a immaginarsi un “dopo” che, in nessun caso, potrà più essere uguale al “prima”.

Le Acrobate tornano in una home edition per raccontare storie di nuovi equilibrismi tra vita, lavoro e il futuro che sarà.

 

In programma ogni martedì alle 21:00 sulla pagina Facebook di Hub Firenze, ecco le Acrobate protagoniste di questa home edition.

 

21 Aprile – Gaia Nanni

Personaggio fiorentino dell’anno 2019, Gaia Nanni è attrice di teatro e di cinema e ha lavorato con Ferzan Ozpetek, Gianfranco Pedullà, Claudio Morganti, Alessandro Riccio, Maurizio De Giovanni, Antonio Frazzi, Massimo Sgorbani, Leonardo Pieraccioni e molti altri. Diplomata al Teatro Puccini di Firenze, si dedica da oltre quindici anni al teatro che è oggi la sua attività principale. Nel 2013 è stata candidata ai Premi UBU come migliore attrice e nel 2019 ha ricevuto il Premio per il Cinema Renzo Montagnani. Si tiene in equilibrio tra tutto questo e due gemelli, maschi, di 5 anni.

OTTIENI IL PROMEMORIA PER L’EVENTO

 

28 Aprile – Vera Gheno

Sociolinguista specializzata in comunicazione mediata dal computer. Insegna all’Università di Firenze, è stata collaboratrice storica dell’Accademia della Crusca e lavora con Zanichelli. Di recente si occupa soprattutto di lingua dei social e dei comportamenti linguistici delle persone in rete e perciò si definisce “social-linguista”. Tra le sue ultime pubblicazioni Social-linguistica. Italiano e italiani dei social network (Casati 2017), Tienilo acceso (Longanesi 2018), Potere alle parole (Einaudi 2019), Femminili singolari (Effequ 2019), Prima l’italiano (Newton Compton 2019).

 

5 Maggio – Nur Al Habash

Nur Al Habash è nata a Roma nel 1986. Si occupa di consulenza in ambito music business, e in particolare di export. È giornalista musicale ed esperta di musica e Dal 2014 al 2017 è stata caporedattrice di Rockit.it, una delle principali riviste musicali online italiane. Dal 2017 lavora presso Italia Music Export, l’ufficio per l’export della musica italiana. È responsabile del capitolo italiano di shesaid.so, rete internazionale di donne che lavorano nel settore della musica.

 

12 Maggio – Manuela Salvi

Ha pubblicato oltre venticinque libri per ragazzi in Italia, Francia, Germania, Spagna e Inghilterra. Dal 2004 collabora con la Mondadori Ragazzi come traduttrice e copyeditor e traduce anche per altri editori. Per diversi anni ha insegnato scrittura creativa nell’area ragazzi della Bottega Finzioni di Carlo Lucarelli, a Bologna. Nel 2012 ha fondato insieme ad alcuni colleghi l’ICWA, l’associazione italiana scrittori per ragazzi, di cui è stata presidente per due mandati. Nel 2014 ha completato il Master in Letteratura per Ragazzi alla Roehampton University di Londra e nel 2015 ha vinto la prestigiosa borsa di studio “Jacqueline Wilson” nella stessa università, aggiudicandosi un dottorato di ricerca di tre anni. Il suo libro in lingua inglese “Girl Detached” è stato nella lista delle nomination per la Carnegie Medal nel 2017. Dal 15 marzo 2020 porta avanti il progetto Covid-19. Storie dalla zona rossa, un racconto al giorno scritto sotto lo pseudonimo di M.D. Cheever: i racconti sono raccolti in ebook pubblicati su Amazon con cadenza settimanale.

 

19 Maggio – Francesca Vecchioni [tbc]

Giornalista e scrittrice, è presidente di Diversity, organizzazione no-profit impegnata a promuovere l’inclusione sociale e il benessere organizzativo attraverso attività di ricerca, formazione, monitoraggio, consulenza e advocacy. Ideatrice dei Diversity Media Awards, che monitorano e premiano i media più inclusivi, e del Diversity Brand Summit, che identifica i brand considerati più inclusivi su tutte le aree della diversity, e ne misura il valore economico generato sulla base di una ricerca annuale consumer-based (Diversity Brand Index).

 

SEGUI L’EVENTO FACEBOOK E PARTECIPA!

 


In collaborazione con Mira, agenzia di consulenza per la comunicazione strategica.