HUBBER OF THE WEEK? DILETTA SCARUFFI

Diletta è una giovane freelance laureata in graphic design. È arrivata a Impact Hub Firenze come collaboratrice di Umberto Daina (il Prof!), presentato proprio qualche settimana fa!

Umberto Daina è stato il mio professore e fonte di ispirazione. Gli sono grata per tutti gli insegnamenti, per avermi sempre spronata e dato la possibilità, appena finita l’Università, di poter collaborare con lui. È raro che qualcuno ti consideri quando sei una neo-laureata! Umberto, invece, mi ha portata nel magico mondo di Impact Hub dove ho potuto servirmi di spazi di lavoro e di scambio con altre professionalità.

Diletta ha un background professionale molto variegato: oltre alla laurea in graphic design, ha studiato presso una nota accademia di videogiochi fiorentina e contemporaneamente ha lavorato insieme al LabVR di Siena, per la progettazione di esperienze d’apprendimento e Edu-Games in VR/AR. La passione è sempre il motore che ci spinge a intraprendere e proseguire un percorso piacevole e appagante… 

Fin da piccola, da quando disegnavo unicorni per tutta casa, ho sempre creduto che l’arte fosse il media per esprimere al meglio le mie emozioni. Crescendo, crescono anche le paure e le incertezze, ma non ho mai dimenticato quanto mi rendesse felice creare qualcosa da una pagina bianca! 

La strada, per Diletta, è ancora lunga e in salita ma “in questi anni – dice – non mi sono mai fermata e ho sempre cercato di cogliere tutte le opportunità che mi si sono presentate.” E adesso sta per iniziare un nuovo viaggio…

Da qualche tempo ho cominciato a lavorare per uno studio creativo di Torino, Nerdo, dove mi occupo di motion graphic e 3D per dare linfa alla mia vena nerd!

A quanto pare, il suo 2021 si prospetta un anno di grandi cambiamenti, ma qual è la grande sfida della Dile?

Vorrei poter guardare sempre avanti, senza rimpianti, certa delle scelte che farò. Se mi chiedessero “come ti vedi tra cinque anni?” vorrei rispondere, con sicurezza, di aver dato e di continuare a dare il meglio.

Salutiamo Diletta citando il suo motto “As above, as below” (mai sentito!?) e le chiediamo perché…

Mi piace pensare che in ogni cosa ci sia un equilibrio bilanciato da forze uguali che stanno in luoghi opposti (sopra e sotto, appunto). Per me vuol dire mantenere un equilibrio dentro e rifletterlo fuori.

Dile, vuoi aggiungere qualcosa?

Sì, grazie Umbe, grazie Prof!

 

Scoprite i bellissimi lavori della nostra Diletta Scaruffi su Behance e ArtStation.

Potete conoscerla ed entrare in contatto con lei anche su Facebook, Instagram e Linkedin.